Guardie e ladri 70 anni dopo

in News
Visite: 334
Un soggetto di Piero Tellini per un film
di Massimo Tellini e Sara Tellini
Diari di Cineclub - collana I Quaderni
E’ uscito insieme al n. 101 di Diari di Cineclub, sotto forma di allegato un omaggio a Pietro Tellini (1917 - 1985) sce­neggiatore e regista, un maestro del neoreali­smo, autore del soggetto di “Guardie e ladri” (1951) di Mario Monicelli e Steno con cui ottie­ne nel 1952 al Festival di Cannes il Prix du scénario, il premio assegnato alla miglior sce­neggiatura dei film presentati in concorso nella selezione ufficiale.
70. di Guardie e Ladri: un anniversario, un ri­cordo importante, scrive il figlio Massimo sot­tolineando come Guardie e Ladri, sia un film che propone tra l’altrola proposizione di due mondi (quello della Guardia e quello del Ladro con i loro familiari ed affini) su un identico piano, socio, economico, esistenziale, “che fe­ce irritare la censura tanto da far intimare al­cuni tagli di scene o battute non gradite alla sezione del Ministero che si occupava di ap­provare l’uscita dei film. Fatto sta che le diffi­coltà, non soltanto degli antagonisti, ma dell’intero clima storico nell’Italia del secondo dopoguerra ci viene restituito con elementi comici o umoristici che, anziché appianare gli aspetti drammatici della vicenda narrata, sembrano, invece, esaltarli rendendo più visi­bile il messaggio inviato. E’ l’epopea delle fi­gure minori, degli umili che dà un volto anco­ra più attraente al racconto che si vuole narrare”. Si aggiunge il ricordo del nonno Pie­ro Tellini, sua nipote Sara e l’annuncio dell’As­sociazione a lui dedicata di cui è Presidente, per mettere a disposizione i libri della loro bi­blioteca, le opere cinematografiche o televisi­ve che gli appartengono, affinché possano es­sere utili a quanti, come gli studenti del Centro Sperimentale e delle università, gli studiosi di comunicazione e mass-media, i critici e soprattutto, le scuole di ogni ordine e grado che vogliano introdursi nella straordi­naria avventura di riflessione e speranza che fu l’esistenza, e la creatività artistica di Piero Tellini.
Segue un brano tratto dal volume curato da Alberto Anile: “Guardie e Ladri, un film ed il suo protagonista” dello stesso Massimo Telli­ni, e il soggetto originale del film, il trailer fo­tografico, la trama e tutti i partecipanti al film. Non mancano foto, locandine e bustine che hanno promosso il film.
La pubblicazione di 32 pagine è liberamente scaricabile cliccando QUI
 
Buona lettura
 
 
Pin It