Il cinema per tutti al Sardinia Film Festival

in News
Visite: 155
Un forte messaggio sull’accessibilità culturale con la sostanziale collaborazione di Cinemanchìo.
Convegno “Accessibilità culturale e inclusione sociale” ha fatto seguito la proiezione dell’animazione “Pets, vita da animali” (2016) di C. Renaud, Y. con la sala piena di bambini, ragazzi e famiglie. Una esperienza meravigliosa. Alle 21 la proiezione del film “Una questione privata" (2017) di V. e P. Taviani. Tutti e due le proiezioni con adattamento ambientale.
Cinemanchìo è un Progetto di accessibilità culturale. Nasce dal desiderio, di centinaia di migliaia di persone con disabilità che chiedono un sempre maggiore forza di poter partecipare attivamente e in modo continuativo all’offerta culturale del proprio Paese.
In sala la presenza di molti politici e amministratori, segno di vicinanza che ha fatto piacere a tutti. Tra gli altri erano in sala: Fabio Pinna, V.sindaco di Sassari; Alba Canu e Monica Spanedda, Assessori di Sassari; Claudia Firino, ex Assessore cultura della Regione Sarda; Pina Ballore, presidente commissione disabilità di Sassari; Francesca Arcadu - Consiglio Comunale di Sassari.
 
Nella foto di Marco Dessì da sx: Antonio Meloni giornalista; Stefano Sotgiu, responsabile neuropsichiatra infantile aiuto Sassari e delegato rettorale per la disabilità e Dsa; Marta Manconi, event manager SardiniaFF; Giovanna Tuffu presidente ANGSA Sassari ONLUS; Stefano Pierpaoli, coordinatore Cinemanchío; Carlo Dessì, direttore artistico SardiniaFF; Angelo Tantaro, presidente SardiniaFF; Raimondo Piras presidente regionale Uici Sardegna; Valeria Cotura associazione FIADDA Onlus; Daniela Trunfio presidente Associazione Torino + Cultura Accessibile. (Fuori inquadratura Ente Nazionale Sordi - Onlus)
 
Diari di Cineclub | Media partner
 
 
Pin It