Quando la critica sapeva incidere e formare gli spettatori a un pensiero critico

in News
Visite: 177
Sul numero di Diari di Cineclub in uscita l’ 1 febbraio, un colto intervento di Nuccio Lodato che firma “La triade magica: Ferrero, Pellizzari, Fink”. Ma il pensiero va anche ad altri grandi della critica cinematografica come Mino Argentieri, Enzo Ungari, Giuseppe Turroni, Claudio G. Fava, Morando Morandini, Tullio Kezich, Fernando Di Giammatteo, Roberto Chiti, Callisto Cosulich, Alberto Farassino  e altri che rimangono nostri straordinari riferimenti prima dell’evento della vaporizzazione effimera del web e dell’interessata occulta comunicazione pubblicitaria passata come critica.
Diari di Cineclub esce il 1° di ogni mese, è gratuito e digitale, senza pubblicità, con collaboratori impegnati per una cultura diffusa.
Nella foto: Treni strettamente sorvegliati (1966) di Jiří Menzel - Cecoslovacchia
Pin It