La funzione della memoria non si conclude con la scomparsa dei protagonisti

in News
Visite: 66
La memoria è un ingranaggio collettivo
A Fucecchio in Toscana il ricordo del partigiano sardo di Monserrato Mario Corona
Nei giorni 24 e 25 novembre nella città di Fucecchio (Firenze), sarà ricordato Mario Corona, antifascista e partigiano di Monserrato (Cagliari).
Mario Corona, nato nel 1916 e scomparso nel 2004 all’età di 88 anni, fu arrestato nel 1938 dalla polizia politica Ovra, insieme ad altri giovani antifascisti monserratini, e condannato a cinque anni dal Tribunale speciale fascista. Liberato dopo l’8 settembre del 1943, Corona divenne un comandante partigiano nella zona di Firenze-Fucecchio. Dopo la Liberazione, salvo una breve permanenza a Cagliari dal 1946-48 che lo vide dirigente della Camera del lavoro e consigliere comunale di Cagliari del Pci, Corona rientrò in Toscana e fu consigliere provinciale del Pci a Firenze e sindaco di Fucecchio per dieci anni dal 1975. Le iniziative dedicate a Corona saranno ospitate nella sala consiliare del Comune, in una scuola e in un teatro; sarà proiettata la video-intervista sulla sua vicenda politica e umana “Fidellinu Corona su Comunista, storia di un combattente per la libertà” realizzata da Lino Ariu, Francesco Montis e Marco Asunis a Monserrato durante un suo soggiorno estivo nel 1991. Alle iniziative di Fucecchio parteciperanno, tra gli altri, l’Anpi, Associazione nazionale partigiani d’Italia con proprie rappresentanze; il Circolo nuovo pubblico di Monserrato e FICC - Federazione Italiana dei Circoli del Cinema; Diari di Cineclub; il circolo Amarcord; la CGIL SPI; il Circolo Arci G. Pacchi; la Casa del Popolo di Fucecchio.
primi sui motori con e-max